Skip to content

UP24.PRO

Scaricare24

Spin Drop - per scaricare un file hai bisogno di alcune cose, come il mio sito web e il nome del fil


    DITTAFONO: REGISTRATORE AUDIO PER IPHONE E APPLE WATCH il sito web non è sempre molto amichevole specie per chi ha poca esperienza con gli screen Come funziona Una volta installata l'app Indiegogo sul proprio iPhone, di tutte le cose importanti di ogni giorno e di ogni momento della vostra vita. Alcuni degli strumenti gratuiti disponibili nella directory ufficiale WordPress sono Come regola generale, ti consiglio di installare sul tuo sito solo i plugin che sono Fare SEO nel modo corretto è essenziale per creare un blog di successo ed . Hai bisogno di inserire codici personalizzati (per esempio, quelli di Google . L'unica app di cui hai bisogno per ruotare i video su un iPhone, iPad o un telefono Ricorda che questo sovrascriverà il tuo file video e salverà il profilo appena ruotato Puoi scaricare il video sul tuo disco rigido, scaricarlo sul tuo telefono pratici che forniscono un modo conveniente condividere siti Web con amici o con. Solo noi ti diciamo come scaricare tutto a costo zero dai nuovi siti di file tecniche dei pirati per scaricare e registrare in un clic il meglio della TV APP: COSI CI GUADAGNO! .. che limitano il download di musica e film ad alcuni Paesi europei e non altri. .. Ho collegato il mio router ADSL2+ della Sitecom al PC fisso. Ecco una chicca per i maniaci del file sharing senza code Mappe a tre Ecco come Un magico gioco di luci e ombre Diamo ai nostri paesaggi in 3D un aspetto . al PC ha bisogno di una sedia che assicu- ri la massima comodità possibile. le patch disponibili per il tuo modello di webcam che puoi scaricare dal sito.

    Nome: spin drop - per scaricare un file hai bisogno di alcune cose, come il mio sito web e il nome del fil
    Formato:Fichier D’archive
    Sistemi operativi: MacOS. iOS. Windows XP/7/10. Android.
    Licenza:Gratuito (* Per uso personale)
    Dimensione del file:50.61 Megabytes

    Spin Drop - per scaricare un file hai bisogno di alcune cose, come il mio sito web e il nome del fil

    Ciao, ti scrivo per invitarti a unirti al Progetto Aviazione! Siamo un gruppo di utenti di Wikipedia che si tiene in contatto per armonizzare e mettere a punto le voci di carattere aeronautico. Ci occupiamo di aeronautica, aerei, aeroporti, linee aeree e altri argomenti collegati. Ciao, e benvenuto al Progetto Aviazione! Come hai potuto immaginare, siamo un gruppo di utenti di Wikipedia che si tiene in contatto per aumentare la qualità delle voci di carattere aeronautico.

    Se hai domande di ogni tipo, non esitare a chiedere a uno degli appartenenti al progetto , e saremo felici di aiutarti. Ancora benvenuto e arrivederci quanto prima! Salve, ho visto la tua modifica, ritengo sia un miglioramento ma sarebbe ancora meglio se potessi indicare la fonte dei dati sia dei tempi del macchi sia dei raffronti in combattimento.

    C'è un patrimonio culturale, bizzarro e magari un po' perverso, che altrove non trova diritto di cittadinanza. Prendete per esempio i videogiochi. La sua caratteristica principale è quella di essere una specie di giocattolo, un passatempo che non prevede un obiettivo preciso, ma, al contrario, permette al giocatore di esprimere la propria fantasia ricreando virtualmente. Già, già. Ora, a Londra, una simile constatazione avrebbe lo stesso impatto di un té servito alle cinque in punto.

    A Parigi suonerebbe come una baguette sotto il braccio. Mentre a New York susciterebbe il medesimo scalpore di un metropolitana affollata nell' ora di punta.

    Ma da noi no. E io trovo che questo sia, a suo modo, fantastico. E che dire di PacMan? Andiamo, su. E sarebbe troppo facile criticare in modo preconcetto questa sottile e acuta uscita di Giovanardi.

    Vorremo mica che qualcuno dei nostri giovani pensi di poter succhiare il sangue altrui? C'è un sacco di gente che si lamenta per il fatto che in Italia ci sarebbe poca libertà di espressione.

    Insomma, "The Sims" non è semplicemente diseducativo: è proprio infettivo, in senso stretto. E, badate, non si tratta del giudizio affrettato di un politico che neppure sa di cosa stia parlando. No, no.

    Questo [The Sims, ndr] è un modo per. Hai capito questi di Electronic Arts? Queste cose possiamo sentirle solo in Italia, e noi - ingrati - neppure ci rendiamo conto della fortuna che abbiamo.

    Sia benedetta questa politica. Se il vostro computer mostra sintomi preoccupanti, usate gli strumenti di diagnostica per individuare e risolvere i problemi prima ancora che si manifestino. Tutto in maiuscolo Quando un elenco di dati di un foglio di calcolo è tutto in lettere minuscole e va convertito, basta usare una formula.

    Microsoft Office è on-line! Non è necessario acquistare Office per usare Word, Excel, PowerPoint e gli altri programmi della suite. Di volto in volto Un programma gratuito di morphing permette di creare un'animazione che trasforma una foto in un'altra.

    XVII Il video fotografico 2. Eppure è utile e comodo usarla anche con un client:per esempio per disporre sempre di una copia di backup. Utili per ricordare e organizzare gli appuntamentL Ma non solo. Allora meglio imparare a riconoscerli. Desiderate comunicare con noi, esprimere una vostra opinione o confrontarvi con quelle di altri lettori? Potete farlo semplicemente scrivendoci all'indirizzo e-mai! Anni fa ho acquistatO"uno scanner Minolta per diapositive e negativi, ma ho gettato la spugna quando mi sono reso conto che per acquisire una "dia" con una risoluzione decente occorrevano dai tre ai cinque minuti!

    Grazie per la vostra attenzione. Cordialmente, Corrado Gentile Corrado, purtroppo non c'è molto materiale su Internet sulla digitalizzazione di.

    Full text of "Win Magazine "

    Del resto, altrimenti non si spiegherebbe perché i supermercati continuino a vendere le cassette vergini. Come osservi giu-.

    Col tempo uscirà di produzione, ma finché c'è Ma la sorgente è una sola l'antenna : come si fa? Esiste un marchingegno che possa sdoppiare il segnale? Grazie delle eventuali risposte. Il vero problema è trovare un "metodo" semplice e pratico per sistemare le diapositive davanti alla fotocamera, una dopo l'altra, a un ritmo piuttosto sostenuto, in modo tale che il tempo risparmiato nella fase cattura non vada perso per mettere in posizione diapositiva e.

    Risponde Renzo Zonin. Se si dispone di un decoder DVB-T dotato di doppia presa SCART, di solito è possibile registrare il solo programma trasmesso sul canale sul quale il decader è sintonizzato. Se tuttavia il segnale fosse troppo debole, allora sarà il caso di ricorrere a un piccolo amplificatore a due uscite, reperibile nei migliori negozi di elettrodomestici o in quelli di elettronica. È un vero peccato che la stessa tastiera Appie non funzioni con i PC tradizionali. Grazie per l'attenzione.

    Tristano Onofri Gentile TIistano, le "mini tastiere" esistono. Basta inserire la voce "mini keyboard" in Google per trovarne decine di modelli.

    Con il crescente successo dei tablet è molto probabile che assisteremo ad una pioggia di mini tastiere simili alla AppIe Bluetooth Keyboard. Potete darmi qualche consiglio sintetico in merito agli accorgimenti da prendere. Grazie, buon lavoro! Ne abbiamo parlato diffusamente in passato: vedi, per esempio, l'articolo di copertina di Computer Idea N. In tal modo conserverai sempre un buon controllo della situazione. Le altre pellicole al momento qualche centinaio sono a pagamento, e possono essere noleggiate e viste a volontà, ma entro 48 ore dalla transazione oppure acquistate tramite Paypal, sempre senza bisogno di scaricarle.

    Laboratorio Kajimoto stanno sviluppando una nuova tipologia di display che, anziché limitarsi a. Per questa ragione Alitalia, Blu Express, Germanwings eAir ltaly sono stati sanzionati con una multa da Ese fosse lo schermo a toccare voi?

    Ali' Università di ElettroComunicazioni di Tokyo, iricercatori del. Il fenomeno degli "acquisti 2. Eppure si limitano a offerte e acquisti concentrati prevalentemente nei grandi centri urbani, tralasciando 1'enorme mercato della provincia.

    Per questa ragione, Matrix e quindi Virgilio più Telecom Italia e DigitaI Magics hanno deciso di unire le forze per lanciare un portale di social network tutto italiano, Jumpin www. A denunciarlo è Symantec, secondo cui ad apIile di quest' anno ben Alcuni soggetti potrebbero essere stati addirittura in grado di pubblicare messaggi sulla bacheca di altri utenti, di fatto "impersonandoli".

    Addirittura il Windows Uve ID potrebbe essere unificato con l'identificativo utente di Skype, in modo tale che con un solo logrn sia possibile accedere a tutti i servizi "social" di Microsoft. Nuovo giro, nuovo regalo. Brunetta ha voluto sottolineare che il suo sogno lIè quello di dare il kit per tutti i bambini delle scuole elementari". Sarà poi interessante scoprire se all'altro estremo delle reti wirless ci saranno connessioni a banda larga degne di questa definizione.

    La banda larga italiana risulta ancora tra le più "strette" d'Europa. Se in quanto a connettività non brilla, l'Italia si aggiudica invece la palma di Paese "dal quale partono il maggior numero di attacchi informatici tramite rete mobile".. Ci consoliamo? Anche LG ha ceduto alla tentazione della moda imperante.

    L'Optimus Pad, il nuovo tablet basato su Android 3. Con YouTube Movies, anche Google entra di prepotenza nel settore del video on-demand.

    I prezzi parrebbero assolutamente modici: da 2,99 a 3,99 dollari per ciascuna pellicola, per ora disponibile solo in risoluzione standard. Per il futuro, YouTube Movies ha in progetto di aprire il proprio archivio anche ai prodotti in Alta Definizione, e sarà in grado di proporre i nuovi titoli in contemporanea con la loro pubblicazione nel settore home video DVD e Blu-ray. Presto anche in Europa. Samsung ha realizzato uno schermo da 10,1 pollici in grado di supportare una risoluzione di ben 2.

    D'altronde va rilevato che un simile display sopravanza le capacità di calcolo grafico degli attuali dispositivi portatili. In questo modo si ottengono due effetti: innanzitutto, riflettendo solo certe lunghezze d'onda della luce e sfruttandone le. Di qui alla causa giudiziaria il passo è stato breve. L'ex pilota ha citato per danni tanto la software house che ha pubblicato il gioco ZeniMax Media , quanto la stessa Sony Computer Entertainment, in qualità di produttrice della PS3.

    Non è la prima volta che un videogioco provoca problemi di questo genere: nel ,. Una partitina "alla PlayStation" non sempre permette di scaricare i nervi come si vorrebbe. McLaughin non ha dubbi: la colpa della crisi sarebbe da attribuirsi. Per informazioni www. I gatti amano particolarmente i nostri computer: s0! Se li amate, prendete un nuovo gattino La simpatica chiavetta USB di Fruitshop da 4 e 8 Gb esiste in formato "gatto nero" per chi non è scaramantico o in tenero "gatto bianco".

    L'inserto in pelle si blocca con un bottone e funge anche da protezione per il connettore USB. Il prezzo indicato è per la versione conda 8 Gb esistono anche tagli da 16 e 32 Gb.

    Fa er'tre. Infine, una piccola clip inserita nella cover permette di appoggiare l'iPhone su un piano in modo che mantenga una certa inclinazione. Disponibile in nero e rosa. L'i ndistruttibil e Resiste a condizioni in cui altre fotocamere finirebbero in mille pezzi.

    Tutto questo per permettervi di scattare fotografie mentre praticate sport, anche estremi Ne esiste anche un modello con GPS incorporato a euro.

    Realizzato in nylon, Work In di Tucano è pensato per una protezione completa dell'iPad 2. Dentro alla confezione trovate anche un panno per pulire lo schermo. Disponibile nei colori bianco, nero, fuxia, viola, blu. Un modo nuovo di intendere la fotocamera. All'inizio dell'era digitale,. Invece, per anni, i produttori hanno cercato di fare in modo che le fotocamere digitali fossero il più simili possibile alle loro antenate a pellicola.

    Il fattore chiave, in questo caso, è stato l'aggiunta della tecnologia Wi-Fi. E lo si potrà fare anche a foto. Come molte altre compatte che promettono troppi Megapixel in nome del marketing L'unico comando "fisico" visibile è il tasto "Home" sulla destra del display, che riporta automaticamente alla schermata principale del menu. I piccoli forellini più a sinistra. La macchina dispone un connettore proprietario per collegare il cavo usa che fa anche da caricabatteria un LEO triangolare indica lo stato della carica e quello audiovideo non fornito.

    Uno sportello sul fondo protegge il vano della batteria mAh e della scheda di memoria MicroSo. La prima cosa un po' "sconcertante" è la gestione dei menu a icone. Alla fine, o uno impara a memoria la posizione delle varie icone, o si rassegna a cercare ogni volta quella che gli serve con il rischio nel frattempo di "perdere" lo scatto. Finito di scattare, si seleziona il servizio Internet preferito e si invia tutto in Rete.

    Insomma, con due icone si fa tutto. Solo, non bisogna avere troppa fretta. In sintesi, i concetti innovativi riguardanti la connessione della macchina indicano sicuramente la strada da seguire per il futuro. Renzo Zonin o. Una volta, nel mobile del televisore trovavano posto il videoregistratore e, al massimo, il lettore DVD. La situazione, in celti casi, rischia di sfuggire al controllo.

    In questo caso, "Media Player" è sicuramente un termine riduttivo. L'elenco delle funzioni di questo apparecchio infatti è davvero lungo, e, in pratica, ci sono buone probabilità che esso, da solo, possa sostituire in un sol colpo tutti gli "scatolotti" accatastati sul mobile pOtta TV. Vediamo cosa è in grado di fare La funzione primaria dell' apparecchio è quella di decoder DVB-T per canali non criptati ,.

    La terza funzione dell'EM è ovviamente quella di Media Player. Il processore RealTek di ultima. Ovviamente, l'EM riproduce senza problemi anche i più comuni formati fotografici e musicali.

    PRO ricco di funzioni, buona qualità audiovideo, supporta tutti i codec e container più diffusi, cavi audio-video digitali incl usi nella confezione, USB 3. Non è ancora finita. Intoppo risolto con una corsa in un centro di elettronica e l'acquisto di un cavo d'antenna adatto.

    Il produttore ci ha assicurato che l'apparecchio verrà venduto completo di antenna interna. L'apparecchio ha subito trovato i server UPnP presenti sulla rete. Sul fianco sinistro troviamo una presa usa per chiavette di memoria e uno slot per schede SO. Anche per-. Pochi i difetti. Notate anche, in alto, i due connettori per hard disk SATA normalmente usati per i dischi interni Avete un problema con il vostro computer?

    Non riuscite afar funzionare correttamente un programma? Vorreste qualche indicazione su come assemblare il vostro PC? Chiedete un consiglio ai nostri esperti! Access point Dispositivo per la ricezione del segnale Wi-Fi da un router wireless. Telecommunications System Acronimo inglese che significa "Sistema universale di telecomunicazione mobile".

    Permette la trasmissione di dati a velocità di 2Megabit per secondo. Dispositivo che permette l'interconnessione di access point per ampliare l'estensione di una rete wireless. Se nonostante tutto il problema si ripresenta, potrebbe dipendere da un difetto del driver.

    Se per esempio è un modello nVidia, apri il sito Web w ww. Gentile redazione di Computer Idea, volevo sottoporvi un quesito. Ho acquistato un disco fisso esterno USB con alimentatore. L:ho formattato e gli ho assegnato la lettera "M". Mi accade che se collego l'iPod al computer quando il disco è spento,la lettera "M" viene assegnata all' iPod. Accendendo successivamente il disco fisso, gli viene assegnata la lettera "1.

    TI] [1! AiiI, Avvisi ,e,registr,i di prestaZiorl. Se poi lasci collegato al PC anche un lettore di schede di. Fai clic destro con il mouse sulla barra dell'hard disk esterno e scegli.?

    Conferma la scelta e ripeti l'operazione sulla lettera di unità dell'iPod, a cui puoi assegnare per esempio la lettera ''l''. Cordiali saluti Roberto Cetoloni. Secondo voi è possibile farlo? Quale dei due è meglio da ponte e quale da ricevente? Se invece vuoi riutilizzare i router e gli access point di cui sei già in possesso, devi configurarne uno come access point dient disattivando tutte le sue funzioni di routulg e server DHCP.

    Collega un cavo Ethernet alla sua presa di. Ora potrai navigare connettendoti via radio anche a questo access point, che potrebbe essere a parecchi metri di distanza dall' access point principale. Per superare l'ostacolo la prima cosa che devi fare è la creazione dei dischi di ripristino del sistema operativo originale del nuovo PC e il salvataggio di tutti i dati che vuoi conservare, perché Windows 7 va reinstallato da zero.

    Quando avrai creato il disco di Windows Xp personalizzato, usalo per avviare il computer e iniziare l'installazione di Windows. Ho notato che, per tutto il periodo durante il quale il PC è acceso che lavori o meno il disco conti-.

    Grazie in anticipo per un vostro consiglio. Qui puoi scegliere di eseguire la deframmentazione più raramente o abolirla del tutto. Se l'attività sul disco non accenna a diminuire, si tratta della scansione antivirus o di Un programma che potresti aver installato nel PC: per esempio molti gestori di file multimediali scandiscono i dischi per creare le miniature di foto e filmati. Su di esso ho installato il video gioco Fl per PC di Codemaster.

    Eppure questo notebook è nuovo, del giugno scorso. Non riesco a spiegarmi perché il gioco mi vada lento. È colpa della scheda grafica? Ho messo tutte le impostazioni al minimo e ci sono ancora molti scatti.

    Ho sentito parlare di RAM 8 giugno Il software potrebbe essere vostro semplicemente inviandoci una lettera o una e-mail con un quesito tecnico! Per partecipare, inviate la vostra domanda all'indirizzo lettere. Grazie della vostra risposta. Francesco Mazzeo. Come fare? Sui vari forum ho trovato solo soluzioni Wi-Fi che. Esistono parecchi modelli di router 3G per collegare in rete cablata i tuoi PC utilizzando una chiavetta Internet o inserendo direttamente la SIM Card nello slot del router, ma tutti hanno anche una sezione Wi-Fi: il suo costo è trascurabile rispetto a quello del supporto 3G e quindi i produttori preferiscono inserirlo comunque.

    Se cerchi un modello professionale con sezione radio 3G particolarmente sensibile e con. Il mio portatile è un Sony Internet. Con Xp l'ho zione incontra intoppi. Per iniziare sempre fatto. Ho Windows la ricerca del problema, se il disco Seven Ultimate. Non collegare subito l'hard disk al computer, ma attendi il caricamento completo di Windows. Se hai scelto quello USB, dopo qualche secondo dovrebbe comparire una finestra che segnala l'installazione del driver di periferica.

    Se l'icona di rimozione rapida manca oppure l'hard disk non è elencato, prova a usare la porta Firewire al posto della presa USB: il tùo computer deve avere il connettore adatto e anche il cavo è differente.

    Espandi la sezione "Unità disco" e verifica se l'hard disk esterno compare nell'elenco quando lo colleghi alla porta del computer. Lascialo collegato al computer e poi espandi la voce "Gestione disco". Nella parte destra della finestra apparirà un.

    Discussioni utente:Gian piero milanetti/archivio 1

    Individua quella che corrisponde all' hard disk esterno, che non avrà nessuna lettera di unità associata, portaci sopra il puntatore del mouse e fai clic con il tasto destro del mouse. Scegli dall'elenco la procedura guidata per creare e fOlmattare una nuova unità oppure, se Windows la rileva come già formattata, quella per assegnare una lettera di unità. Possiamo farcela! Avete un problema con il vostrocomputer o non riuscite afar funzionarecorrettamente un programma?

    Vi spieghiamo come configurare il vostro client e-mail per scaricare la posta di Gmail sul computer, non essere costretti a leggerla sul Web e averne sempre una copia di backup.

    Iseo IS: o caricare la posta. Seguire il download dei messaggi in arrivo. Sono gesti che, a molte pers. Non c'è più bisogno di fare il backup, perché tutto è al sicuro. Ogni tanto anche Google sbaglia. È successo per esempio lo scorso febbraio, quando39milà utenti si sono ritrovati il proprio account completamente vuoto. Gmail: un 'inezia per Google, ma di certo flon per gli utenti che in quelle caselle conservavano informa?

    Il disservizio è stato causato da un bùg del software di backuy che si occupa di salvare i dati contenuti e replicati supiil server. Fortunatamente, grazie ai backup su nastro cQnservatida Big G, i dati cancellati dagli account sono stati ripristinati nel giro tre giorni. Che non-è comunque poco tempo qua,ndo si tratta di posta elettronica Non è facile "cambiare interfaccia", né passare dallo schema "tripartito" di Windows Mail o del vecchio Outlook Express alla tipica schermata unitaria di Omail.

    D'altro canto l'indirizzo " gmail. Ooogle lo consente e permette quindi agli utenti di collegarsi alla loro casella con un c1ient POP da configurare secondo le indicazioni fornire da Ooogle stessa.

    Cosa accade al vostro account Omail quando scaricate il contenuto della casella "in locale"? Client Nome generico con il quale si indicano tutti i software progettati per dialogare con un server remoto si parla di "architettura client-server".

    Un altro classico esempio è costituito dal browser per la navigazione sulWeb, un client in grado di scambiare dati con i server che contengono fisicamente isitiWeb. Èsupportato dai più diffusi client di posta elettronica.

    Èdefinito anche come"lncoming server". Server Computer in grado. Nelle prossime pagine vi spieghiamo come configurare tre client di posta elettronica per scaricare la posta di Gmail sul vostro computer. Ogni client ha la propria procedura anche auto-configurante e, in un caso, persino con tanto di dati sbagliati! In tutti e tre i casi dovete comunque configurare il vostro account di Gmail per attivare il download via POP3. J1 ven'! Collegatevi al vostro account Gmail e fate clic sullink Impostazioni, in alto a destra.

    Ora dovete impostare le condizioni del servizio POP di Gmail. Selezionate questa casella per scaricare via POP3 i messaggi contenuti nel vostro account Gmail.

    Se avete molta posta conservata in archiviO. Selezionate questa casella per scaricare via POP3 solo i messaggi che riceverete dal momento dell'attivazione del servizio in poi.

    È sicuramente la sol,uzione più rapida. Larchivio delila posta già ricevuta rimarrà comunque su Gmail. Dopo aver eseguito le selezioni di cui al passo 2, fate clic su "Salva modifiche".

    Non toccate nulla perché il pulsante modificherà la propria scritta in "Attendere". Aspettate pazientemente finché non sarà Gmail stesso a riportarvi alla pagina principale del vostro account di posta.

    Potete sceg,liere tra le quattro opzioni disponibili. Fate clic su "Fine". A questo punto inizierà il downL f;'- l ,Ioad della posta. Quali messaggi saranno scaricati? Dipende dalla configurazione che avete impostato su Gmail vedi passo 2 : se avete deciso di trasferire sul client tutta la vostra posta, verrà riversata nel computer anche quella precedentemente arichiviata. Ora avviate Windows Live Aggiungi i tuoi account di pasta elettronica Mai!. Se lo avviate per la prima volta apparirà subito la schermata che vedete in questa immagine.

    SSl I "Fine". A questo punto inizierà il. Se avete ImeOlJ. K8 diatamente, altrimenti dovrete inserirla manualmente a ogni download. Qùali messaggi. Dipende dalla configurazione che avete impostato su Gmail vedi passo. Se invece avete scelto di scaricare solo la posta nuova, ritroverete soltanto le e-mail che avete ricevuto da quando avete configurato Gmail per l'invio dei messaggi su POP3. Nella casella "Indirizzo di posta elettronica" Aggiungi I tUOI account di posta elettronica digitate l'indirizzo del :.

    In corrispondenza di "Password" inserite la vostra password di accesso all'account a voi la scelta se memorizzarla o meno nel client. Dovrete inserire i seguenti dati e poi fare clic sul pulsante Avanti. Lindirizzo del server deHa posta in uscita da trascrivere è "smtp. Mettete la spunta alla casella di opzione "Richiede autenticazione". Questo campo dovrebbe essere già compilato in automatico: vi comparirà il vostro nome utente di accesso alla casella, senza il dominio " gmail.

    Trascrivete i dati dei server e spuntate l'opzione "Autenticazione del server posta in uscita necessaria". Fate clic su "Avanti". Nella finestra successiva, in corrispondenza di "Nome utente", digitate l'indirizzo completo di Gmail non solo il nome utente come viene proposto.

    Se lo desiderate memorizzate la password e, quihdi, fate clic su "Avanti". Nell'ultima finestra della procedura guidata spuntate l'opzione "Non scaricare i messaggi" perché dovete ancora modificare altre impostazioni Digitare il nome come si desidera VEngA visuBlizzato in tale campo.

    Nella finestra successiva inserite il nome del mittente e fate clic su "Avanti". Nella schermata successiva inserite il vostro indirizzo e-mai! Il numero di porta "" dovrebbe aggiornarsi automaticamente. Fate clic su "OK" e chiudete la finestra di configurazione. Ora potete iniziare a spedire e-mail.

    Inserite il nome del mittente che apparirà in testa ai messaggi, l'indirizzo del vostro account di Gmail ed eventualmente la password, Fate clic su "Continua". Fate clic su "Impostazione manuale" e poi su "OK" per concludere la procedura,. Apparirà la finestra che vedete qui: in pratica il programma si auto-configura con i dati relativi a Gmail.

    Fate quindi clic su "Modifica". Vi consigliamo, tuttavia, di attivare la cosiddetta "modalità Recente". Questa modalità deve essere assolutamente attivata insieme all'opzione "Conserva una copia dei messaggi sul server", altrimenti, in fase di download, i messaggi verranno spostati nel Cestino di Gmail. Per attivarla dovete modificare la configurazione dei server nel vostro client di posta.

    Ecco come procedere,. Nella scheda Generale verificate di trovarvi all'interno delle proprietà dell'account di Gmail non confondetelo con un altro e fate clic sulla scheda Server. Nella sezione "Server della posta in arrivo", in corrispondenza di "Nome utente posta..

    Dovete cambiare questa dicitura in "recentnomeutente gmail. Fate 'Clic su "OK" per confermare la modifica e scaricate la posta. Il client si agg. In qu'e sto num ero. Tutto in m aiuscolo Lelenco di un foglio di calcolo è in lettere minuscole e va convertito? Basta una formula! Le cose da fare Per creare una lista degli impegni non servono programmi specifici: usate Gmail V.

    Mic rosoft Office è on-line! Costituisce lo standard grafico per la realizzazione dei banner. Si tratta di un'operazione tipica nelle interfacce grafiche. Flash Uno dei più comuni plug-in per Internet Explorer e Netscape, utile a visualizzare pagine Web con immagini e contenuti in movimento. Screensaver Altrimenti noto come salvaschermo, è un immagine in movimento che viene visualizzata dopo un determinato periodo di inattività del computer.

    Il salvaschermo è inutile per i monitor LCD. Il video fotograf ico 2. Quando un elenco di datiè tutto in lettere minuscole e va convertito, basta usare una formula. Questo non è possibile nei fogli di calcolo, dove i tasti funzione sono associati ad altre operazioni. Come fare, quindi , se per esempio un elenco in minuscolo va convertito completamente in stampatello?

    Jo "funzi on i ;: mod if i can d 'J ';ll i ar'Jom enti. Nel menu principale, aprite la scheda Formule. Qui il primo pulsante a sinistra è "Inserisci funzione", che permette di crearne una senza conoscerne la sintassi a memoria. Excel suggerisce che la stess. Poniamo che abbiate inserito in una colonna delle parole in minuscolo.

    Nel nostro caso, per esempio, si tratta di sigle: per una questione di uniformità, su Computer Idea le scriviamo in lettere maiuscole. Vediamo come "ingrandirle" senza doverle riscrivere. Automaticamente Excel aggiorna la formula, e sostituisce A 1 con i riferimenti corretti. Nella schermata di selezione della funzione, scrivete nella casella di ricerca la parola "maiusc". Fate clic su "OK". Infatti ecco iI risultato finale, con ogni parola minuscola trasformata nella corrispondente maiuscola!

    Ora dovete indicare la cella che contiene la parola da trasformare in maiuscolo: nel nostro caso la prima della lista, in A1. Selezionate la cella B2 che contiene la parola corretta ma anche, in background, la formula.

    Fate clic con il tasto sinistro del mouse sull'angolo in basso a destra del,la cella. Vediamo come effettuare le stesse operazioni anche utilizzando il foglio di calcolo di LibreOffice, vale a dire Calc. Dato l'elenco delle parole in minuscolo, per inserire una nuova formula usate la creazione guidata sempre disponibile a fianco della barra della formula. Dovete indicare a Cale dove pescare il testo da convertire. Premete il pulsante di selezione, come mostrato nell'immagine.

    Con il mouse fate clic all'interno della cella A 1: automaticamente la selezione verrà riportata nella barra della procedura di creazione della formula. Come nel caso di Excel, selezionate la cella con la formula, poi trascinatene l'angolo in basso a destra fino a coprire le celle sottostanti, quelle dove copiare la formula.

    A questo punto la formula, che ha la stessa sintassi di quella di Excel, è pronta. Premete "OK" per calcolare il risultato. Esatto: ha lo stesso identico nome dell'equivalente in Excel. Anche nel caso di Cale la formula è copiata ma anche aggiornata, e i risultati sono corretti: ogni parola ha il corrispondente stampatello maiuscolo! Per creare una lista degli impegni non ' servono programmi specifici: basta il servizio postale di Google.

    Questo elenco di attività in inglese il servizio si chiama "Google task" compare, all'occorrenza, in basso a destra: ecco come attivarlo e personalizzarlo. Dopo aver specificato il cosa, è il momento del "quando". Un clic sulla casella Data apre un calendario: per la scelta del giorno è sufficiente un clic del mouse. Dopo aver inserito una descrizione del reminder nelle note, se provate a spostare l'attività in un'altra lista, il programma awerte che, per ora, è disponibile solo quelladi default.

    Aprite la vostra pagina di Gmail. Nel menu di sinistra, in basso, vicino allink dei contatti, fate clic su "Attività". In basso a destra si apre una piccola finestra, chiamata Attività.

    AI primo avvio, owiamente, è priva di alcun impegno. Inseritene uno di prova per ora solo il titolo accanto al quadratino che appare. Poi fate clic sullia freccia verso destra. Oltre alle funzioni tipiche delle "to-do-list", l'aspetto più interessante di Google Task è l'interazione con l'e-mail.

    Essendo una "to do list", una lista delle cose da fare, deve esserci anche la possibil,ità di segnalare quelle già fatte senza cancellarle del tutto, come una nota su un taccuino con una bella riga sopra.

    Per segnalare che un'attività è stata svolta, fate clic sul quadrato che appare accanto al titolo: la nota viene barrata, il quadrato diviene un segno di spunta. Vediamo quindi come si creano elenchi di attività. Premete il pulsante in basso a destra, quello la cui icona rappresenta un elenco. Nel menu che appare scegliete "Nuovo elenco". Per eliminare le attività non più da fare, invece, aprite il menu Azioni e scegliete l'ultima voce: "Cancella attività completate".

    AI centro della finestra di Gmail appare un modulo di inserimento del nome del nuovo elenco di attività. Compilatelo, quindi premete "OK". Vediamo ora come si inserisco deUe sotto attività utilizzando le tabulazioni. Create una nuova attività e spostatela trascinandola con il mouse basta selezionare il bordo a sinistra, di fianco al titolo.

    A queste punte l'impegno. Avete create una "sette-attività". Non è necessario comprare Office per usare Word, Excel, PowerPoint e gli altri programmi della suite. La versione in "cloud computing" dei programmi della suite Office, pensati da Microsoft prevalentemente per un'utenza business, sono disponibili anche per i privati. Forse per rispondere ai vari Google Documenti e Zoho, e comunque per. I idOtr. Per iniziare a utilizzare il servizio, fate clic sul pulsante verde segnalato in figura.

    Tutti i servizi Microsoft, compreso SkyDrive di cui abbiamo parlato nel numero scorso , sono accessibili utilizzando le credenziali di Windows Uve, ovvero di MSN Messenger. Ecco i quattro software on-line disponibili:Word, Excel. PowerPoint e OneNote. Scegliete, per esempio, il primo, per una prova di videoscrittura in cloud: vedremo come creare e salvare un documento di testo. Nei prossimi numeri del Passo a passo vedremo come funziona. La 'iveva al piano inferiore, in U "l a j parta rne nt o separato , e ogni volt a che egli I la porta spa lancata sull e scale.

    E ogni volta, passando le accanto, il giovane provava sold i all a padrona, e temeva d'in contrarla. Il col'l egamento con i "fratelli maggiori" è chiaramente ottimale. Poniamo che abbiate creato il documento su un computer non vostro collegato a Internet: non dovete spedirlo a casa; una volta rientrati, aprite il nle tramite le Web Apps e fate clic sul collegamento al programma Office installato sulla macchina.

    Co nd iv idi Consente cii invitare altri utenti a visua lizzal'e e m;;:, difi. Linterfaccia di questa versione di Word è simile, quasi identica, a quella della versione All'i nizio di un luglio straord inariame nte caldo, verso sera, che aveva preso in affitto in vicolo S. Una volta salvato, il nle si trova nella vostra home page, nell'elenco dei documenti personali. Uno dei vantaggi di conservare un file nel cloud è quello di poterlo con dividere con chiunque, senza spedirlo.

    Per questo scegliete il comando "Condividi" nel menu principale. La prossima volta che vorrete mettere mano al file, dovrete selezionarlo dall'elenco visto al passo precedente, e poi scegliere di modificarlo on"line, nel browser.

    Potete scegliere se dare ad altre persone le "chiavi" de! A voi la scelta. Un programma gratuito di morphing permette di creare un'animazione che trasforma una foto in un'altra. Non serve chissà quale software di videoediting per ottenere questo effetto: basta un programma gratuito come PhotoMorph. Fate doppio clic sul file appena scaricato. Setup - fotoMorph license Agreement. You must accept the terms of this agreement before continuing with the installation.

    Procedete allo scaricamento del file "FotoMorphV13Setup. As a prerequisite for grant of lic. You are deeme. Nelfilm "Dr. Jeckyll and Mr. Hyde", datato , si assiste alla prima metamorfosi della storia del tin-ema. Ecco l'interfaccia del programma, che permette di effettuare diverse elaborazioni oltre al morphing.

    Ma in questo caso vedremo come trasformare una foto in un'altra. Abbiamo avuto modo, anche nel numero scorso vedi passo a passo sulla stampa di una fototessera , di discutere dei software accessori incl'usi nei freeware.

    Parlavamo proprio di Facemoods: non installatelo! Selezionate il primo riquadro vuoto a sinistra, quindi cercate tra le risorse del computer la foto di partenza. Fate lo stesso anche per l'altra: basta un clic sul secondo riquadro e doppio clic sull'altra immagine. Nella sezione Animation, infine, potete ottenere un'anteprima del risultato finale.

    Usate i tasti "Play" e "Pause" per far scorrere le immagini. Per questo selezionate "Resize" e cambiate l'area selezionata, usando il mouse. Un altro celebre esempio di morphing utilizzato in un film si ebbe negli anni Ottanta con"Willow"; la Lucasfilm fu in grado di ttasfomu. Quando il risultato vi soddisfa, non resta che salvare il progetto, o meglio esportare il video. License Agreement Please review the license terrns before installing Startup Delayer. Press Page DO'il'l1. All'avvio del sistema operativo, si caricano automaticamente diversi programmi: dal visualizzatore PDF a iTunes, dal monitor per stampanti al software di messaggistica, e altro ancora.

    Perché non rimandare l'avvio dei programmi in un secondo momento, in modo che Windows si avvii più velocemente? Per questo esiste un comodo software gratuito: Startup Delayer 3. For the avoidance of doubt, 1'2 Studios expressly 'N ithholds ownership of ali copyright, trademarks and ali other intellectl. You must accept the agreement to install Startllp Delayer. Fate doppio clic sul file appena scaricato, quindi 'p ortate a termine la procedura di installazione.

    Nelle note d'uso del programma si specifica che si tratta di un programma freeware. Procedete con lo scaricamento del file di installazione: basta un clic sullink di download in mezzo alla pagina. Se non volete usare un programma di terze parti, Windows dispone dell'utlity Msconfig per la modifica dei programmi che partono all'avvio.

    AI termine dell'installazione, potete avviare direttamente il programma: basta che vi sia un segno di spunta accanto all'opzione "Run". Fate clic su "Finish". Il software è assai semplice. In pratica è un mero elenco dei programmi che sono programmati per avviarsi con il sistema operativo. Se non ne riconoscete qualcuno, potete sempre risalire alil'origine, o meglio alla cartella di origine Nella sezione Delay è previsto un timer: potete decidere di quanti secondi, minuti, ore posticipare l'avvio del software.

    Per esempio nel nostro caso abbiamo impostato solo mezzo minuto. Fate clic su "Save" per confermare. Vediamo come differire l'avvio di un software. Sel'e zionatene il nome poi fate clic sull'opzione "Edit the selected program" che si trova nel menu principale. Tornando all'elenco dei software Q'ià visto al passo 4, questa vOilta accanto a uno dei programmi compare anche il ritardo di esecuzione.

    Un clic con il tasto destro su lla riga di un programma permette di accedere ad altre impostazioni, come l'awio forzato. Italian Nederlands. Startup Delayer 3 è disponibile in diverse lingue. Dopo l'installazione, l'interfaccia è in inglese, ma potete cambiarla dal menu Language. Come recuperare i dati cancellati in Windows. Stellar Phoenix Windows Data Recovery è un'utility gratuita utile per recuperare dati cancellati dal Cestino di Windows, o addirittura da dischi formattati.

    Dopo una rapida analisi del disco, è in grado di ricostruire le cartelle e, tranne in casi gravi, recuperare i file. Trovate il file di setup all'indirizzo www. Spesso si parla di una grande quantità di file, e dovete avere un po' di pazienza. Scaricate il file di installazione, installate iii programma e awiatelo.

    Fate clic sull'omino verde per procedere oltre. Seleziona Volume 1. Seleziona un volum e pe r la sc an sione per la ric erca dei dati. Per caricare un'immagine file precedentemènte salvata. Appare a video l'elenco dei dati cancellati. Scegliete i file che vi interessano, prima selezionando la cartella, poi il singolo documento.

    Infine fate clic su "Recupera". Animoto non è un'applicazione originale di Facebook: è stata creata da un team che comprende alcuni produttori di MTV e dei canali Abc e Comedy CentraI. È molto gettonata dagli utenti che, per promuovere un'attività o. Per trovare l'appHcazione Animoto potete affidarvi al motore di ricerca di Facebook digitando "ani moto videos".

    Fate clic su "Vai all'applicazione". Poniamo che voglliate creare un video utilizzando le foto già caricate in Facebook. Aprite quindi la prima scheda, Photos, e scegliete dove pescare le immagini dal profilo, o da uno degli album creati in precedenza. Animoto non è solo un'a p per Facebook: esiste anche la versione per telefonini. Cercatela sull'App Store di Appie!

    Una volta installato il lug-in, potrete accedervi direttamente dal vostro profilo. Fate clic su "Create newvideo". Una volta scelto un album, dovete selezionare le foto da includere nel video. Non esagerate con il numero di foto: solitamente il video, che dura una trentina di secondi, è adatto a ospitare una decina di immagini, 15 al massimo.

    Per cancellare un'immagine, selezionatela e premete "Delete". Dopo il clic su "Select" appare a video un elenco di brani precaricati: ce n'è per tutti i gusti, dalla classica al jazz, dal rock all'hip hop. Per aggiungere una colonna sonora, andate in "Music" e caricate la canzone anche in formato MP3 , oppure selezionatela tra quelle già presenti on-line.

    In quest'ultimo caso fate clic su "Select". Nel prossimo numero di Computer Idea, in edicola il 22 giugno, pubblicheremo una guida all'uso di JayCut, un servizio on-line che permette di creare e modificare video senza installare alcun software sul computer.

    A questo punto il filmato è pronto: per la riproduzione, ma soprattutto per la condivisione con gli amici grazie al pulsante Condividi. A questo punto siete alle ultime battute. Assegnate un nome al video, e inserite anche quello dell'autore.

    Potete creare i video con l'applicazione Animoto all'interno di Facebook, come visto in queste pagine. Sulla sinistra si trova l'elenco delle cartelle e subito sotto i contatti della rubrica.

    Sia il riquadro delle cartelle che quello dei contatti possono essere chiusi con un clic del mouse, ed è facile farlo inavvertitamente.

    Meno facile è invece farli ricomparire, dato che nel menu Visualizza, contrariamente a quello che ci si potrebbe aspettare, non sono presenti voci relative a questi due elementi. Occorre richiamare, proprio nel menu Visualizza, la finestra di dialogo Layout, che controlla l'aspetto globale di Outlook Express; qui si trovano le case lile di spunta con cui visualizzare o nascondere i vari elementi dell'interfaccia.

    Selezionare le caselle di controllo relative ai componenti desiderati. Il riquadro di anteprima consente di visualizzare rapidamente un messaggio senza aprirlo in un'altra finestra. Come st a il nostro PC? Questa formula richiede due informazioni: l'irltervallo di celle entro il quale effettuare la ricerca e ,il criterio di selezione. Naturalmente senza mai un errore o un problema.

    Inoltre non sciopera, non si ammala e non protesta, Un aiutante ideale insomma. Il vostro computer mostra sintomi preoccupanti? Riflessi rallentati,dischi ansimanti, febbre alla CPU? Prima di portarlo in ospedale - pardon - in laboratorio per le analisi, magari potete dargli un'occhiata voi.

    Non serve nemmeno la laurea in medicina, basta saper usare gli strumenti giusti. Altro gruppo di operazioni da eseguire al più presto e che andranno ripetute regolarmente sono quelle dette di "ottimizzazione" come la pulizia delle memorie cache, la deframmentazione dei dischi, la pulizia e la deframmentazione del registro di sistema e molte altre ancora.

    Tutte queste informazioni si riveleranno utili quando, per qualsiasi motivo, la macchina comincerà a fare i capricci.

    E in effetti, la chiave del problema è proprio questa: curare la manutenzione, come si fa con le automobili che vengono regolarmente "tagli andate". Nel caso del PC, le attività di manutenzione possono essere molte, e devono riguardare sia l'hardware sia il software. Ma soprattutto è importante iniziare fin dal momento in cui il PC viene acceso la prima volta, ovvero quando. Non fatevi prendere dalla "psicosi da diagnosi"! Ory test vero e proprio malware per la precisione uno -' scanning fu r olltdated 2nd mlsslng dri"ers Matvs 5 pendlng Questo falso diagnostico è in realtà un malware memorie e la CPU come surriscaldate, e via discorrendo.

    Infine, liani, elencano in dettaglio le cose da cancellare. Se ci cascate, e inserite i dati della vostra carta lato nel sistema, Windows Diagnostic blocca gli antivirus di credito, vi rimarrà la carta Sono distribuite insieme al sistema operativo. La versione presente in Windows 7 è la Èun meccanismo del PC che consente di rendere più veloce il trasferimento di dati fra memorie di massa eCPU. Entropia È un valore che misura il livello di caos presente nell'universo.

    Èun meccanismo hardware che nel PC gestisce il dialogo f,ra alcune periferiche e schede e l'unità centrale.

    Èuna libreria software che serve per realizzare la connessione di un PC a un database relazionale. Sottocategoria di "malware" che mira aspaventare l'utente convincendolo in questo modo acompiere azioni avventate come acquistare un falso antivirus con carta di credito via Internet.

    Ecco alcuni strumenti che possono tornare utili e che sono forniti "di serie". Tenete presente che molti di essi vanno usati quando Windows è in modalità provvisoria, ovvero è stato avviato tenendo premuto il tasto F8.

    Gli stessi strumenti sono presenti anche in Windows Xp, ma in alcuni casi cambia la loro posizione. Come tutti gli strumenti di Windows, esso ha effetto solo sul vostro account, a meno che non siate Amministratore del sistema. In pratica, se non siete l'amministratore e aggiornate un driver per il vostro account, per gli altri account rimarrà attivo il driver precedente.

    Sistema Esperto. Troja" Horse Software maligno che si spaccia per un programma utility, diagnostica, salvaschermo, antivirus Èdunque la stessa vittima apermettere al malware di insinuarsi nel PC, di qui il nome che si richiama al mitologico "cavallo diTroia".

    Per verific are e modificare rapidamente il Registro il file di configurazione più importante di Windows potete usare Regedit. Si attiva dal menu. Molti modelli di mainframe, i grandi computér èhe muovono intere aziende, non sole sono dotati di strumenti di diagnostica e manutenzione automatici, ma sono anche progettati in modo'.

    Per lanciarlo, andate nel menu Start e digitate "Dxdiag. La parola chiave, in questo caso, è "l'idondanza ", ovvero l'installazione delle componenti critiche in coppie o. Se uno dei core attivi si guasta, automaticamente viene messo in funzione uno di quelli "dormienti", e le operazioni procedono regolarmente senza alcuna interruzione. Altri sistemi, invece, sono monitorati da remoto, e sono costantemente in contatto.

    In C,Coso ccn tr6l'io, ut"':"! Ve ne segnaliamo alcuni fra i più interessanti. Lo cambio o no? È opinione diffusa che la rottura di un disco fisso coincida con l'emissione di un "rumore di ferraglia". Il modo migliore per capire se all'interno del disco tutto sta funzionando a dovere consiste nell'interpretare le informazioni che vengono raccolte dai sensoripresenti nel dispositivo e che il sistema S.

    La sigla S.

    Se poi proprio non volete sostituire il disco fino a quando non emette l'ultimo ronzio, almeno fatene un backup completo. ELR: PubCoder also offers training courses. How are the courses structured and to whom are they addressed? Paolo Albert: We have been organizing training courses for a long time, today with an increasingly large and international audience we address directly to schools where graphics and design are taught and to partners who have added PubCoder to their tools.

    What is the reason for this choice and what are the advantages and disadvantages of this format? Paolo Albert: The fixed format allows the creative to have control of the content pixel by pixel. For example, a ball bouncing from point A to point B will have to have specific coordinates every time the proportions of the project change. ELR: In your article published on medium. Taking your cue from this intuition, how do you think digital publishing technology will develop?

    Paolo Albert: If we think that the hype of the moment are audiobooks, there are very promising developments related to the application of new AI tools to this type of product, I think for example of Amazon Alexa and Amazon Echo. The challenge for publishers, once again, is to be able to seize opportunities without necessarily experiencing them as a threat.

    How have the market and the way of selling and distributing electronic books developed in the 20 years from ? Paolo Albert: Amazon was the first engine of e-book development. The downside is that the Seattle-based company sees the book as purely commercial.

    On the other hand, this pure commercial interest is also the cross of the e-book, in the sense that there is little propensity to innovate the format, if it is not supported or justified by purely commercial reasons. Amazon, still today, is the undisputed master of the market, and any discussion of growth and future can only pass through their clutches. However, the new format has struggled to spread.

    Paolo Albert: PubCoder is an authoring software and allows you to export a file that is totally in the hands of its author. So, no doubt: go to the W3C website without wasting any more time! Thanks to her long working experience, which began in the early nineties, various projects for various Italian companies and her work as a teacher, we are able to obtain a broader vision of the digital publishing sector.

    Can you tell us how your passion for digital publishing came about? Michela Di Stefano: I started training in as a computer technician in a company that sold the first Apple computers to typography and advertising agencies. I saw the first models of Mac computers and the first versions of the software still in black and white!

    Then I had other professional experiences: web designer, large format printing and gadgets, until I decided to set up my own business in with the recognition by Adobe of the title of Adobe Guru. The discovery of digital publishing came in when the print market began to be truly inflated and a market in which it was increasingly difficult to make the quality of service prevail over the lowest price. When I bought my first iPad, I was presented with a real mirage: an absolutely new, stimulating and unexplored market in which we could express our expertise, our values and in which it was not possible to improvise as it requires real technical preparation to be able to distribute on the stores and to be able to stay up to date on the continuous changes and updates in this sector.

    I can say that we fell in love with this market and even today we still get great satisfaction from the projects we realize, many more than those we collect for the realization of traditional publishing projects.

    ELR: You work in companies, communication agencies, typographies and training institutes. How is digital publishing technology used in these areas? Daniele Salvalai, Gabriella Benedini. I tempi del cielo The times of the sky. These students found work thanks to their ability to create interactive e-books and it was a very important goal. During the Graphic Design course, I taught how to make interactive e-books to present a project to a customer, I myself use interactive ePubs to make important meetings and present projects to my customers.

    In both cases the students created a magazine in paper format and then in digital format. You can see some examples on this page. In companies there is still very little knowledge of this market, everyone knows the word App, but the ideas on the implementation and real usefulness of this tool is very low. As for e-books, the situation is even worse, not even advertising agencies and creatives are aware of the potential and characteristics of this product.

    We have already created 3 monographs for the Martino Dolci Foundation of Brescia, which has understood how the creation of e-books with the monographs of painters from Brescia, can bring young people closer to the world of art and can introduce them to these artists, something that the paper monographs made up to 3 years ago, could not have done.

    Michela Di Stefano: The interest aroused by these very short meetings and outside the traditional time slots was very high. Then some last-minute absentees allowed everyone to sit down and always have the room with a high participation. We can be very satisfied because the hours from 8.

    Given the interest and success, we decided to propose them again for Obviously, these are very different meetings, in fact the annual event of Digital Publishing Explorers is already scheduled for and will take place in Brescia.

    Like every edition, the day will be full of meetings and information, a completely different cut from BreakfastPro, created to offer essential tools to professionals who want to keep up to date and up to date with technology to offer and find new business strategies. ELR: How are your training courses structured?

    What are the basic notions that participants need to have? Only in this way is it possible to create a tailor-made training course for those who request it. Whether you are a freelance professional or a corporate team, before training you need to know the level of participants, what are the objectives to be achieved and how much time is available to do so.

    On the basis of these elements we formulate an ad hoc program each time. On the website there are lists of the functions of each package, but the course is much more, we also release links to tutorials, video tutorials and other important material that you can not deepen during the live lesson.

    ELR: Do you think there is an awareness and a strong will, in your working environment, for the development of new technologies that will facilitate the transition from print to digital publishing? Michela Di Stefano: Unfortunately, the use and usefulness of new technologies that allow you to migrate or simply distribute traditional printing projects in digital format are still unknown and seen with distrust. In Italy the word e-book is used to indicate a PDF and an App to indicate a game or something very complex when it is not so.

    Since we have been working to make this market known to the world of creatives and all those working in the communication sector, today in we begin to see the first results of what we have sown, but the road still very long …. Tim Berners published on August 6, the first website in the world, at CERN, but years passed before this technology took off in Italy, even today there are companies that do not have a website and consider it useless for their business!!!

    Worse still there are companies that have an inefficient one and not suitable to be displayed on new mobile devices. Both the interactive ePub format and the editorial applications can be used to distribute editorial information quickly and cheaply, but are seen as too complex and expensive investments due to the lack of culture on the subject.

    Some companies have gone ahead without the guidance of professional structures like ours in these markets and have achieved great frustration and very little results due to a lack of knowledge of the tools and rules that underlie the digital publishing market.

    This market is certainly effective, but in continuous evolution. It is a market managed by precise rules that the distribution Stores dictate to all those who wish to distribute on these channels. To return to the initial question, even a PDF born in with the Camelot project of Adobe can be considered an example of digital publishing, but it is not an e-book.

    When we talk about e-books we are talking about. In the light of the above, I can safely say that the history of digital publishing is still being written. ELR: How has the digital publishing market developed in the last 20 years in Italy? Which European country is at the forefront in this sector? Michela Di Stefano: In part I answered this question in my previous answers because in Italy the digital publishing market is very unripe and largely unknown.

    The term Publishing already indicates more broadly the process of producing and distributing literature, music or information and the activity of making this information available to the public on various media.

    As you can imagine, Digital Publishing allows you to broaden this concept and embrace a number of very diverse sectors that are:. All together they allow us to distribute content on new digital devices, so the concept of digital publishing is much broader than we usually think. ELR: From the point of view of the aesthetics of the medium, what are the differences between the way of conceiving the layout of an e-book and the way of printing? Michela Di Stefano: If we talk about a fixed layout e-book, the layout can be very similar to that of the paper format, however, we must remember that these contents must be usable on screens of different sizes and therefore it is important to study the layout of the page in order to be readable on the largest number of devices.

    Michela Di Stefano: A part of the answer has already been given in the previous one, I would add that the criteria of legibility prevail over the criteria of aesthetics. ELR: How important is it to know the programming languages to work in the digital publishing sector? Michela Di Stefano: Having knowledge of html programming allows you to go deeper into the creation of an ePub and allows you to get around some obstacles.

    My advice is to know this programming language to be able to use it in case of need. In this interview Antonio Tombolini, founder of the StreetLib publishing house, tells us how his passion for books and reading gave rise to an interest in digital publishing. A world to discover, as his words reveal.

    How did your interest in digital publishing begin? Antonio Tombolini: Simply from my passion for books and reading, which led me at the time to ask myself if the book should not have to deal, sooner or later, with the transition to digital that music was already facing.

    How are the workshops structured? What are the prerogatives to participate in your training courses? We are convinced that the transition to digital and to the web also involves the book industry in an adjustment of skills and we intend to offer the best tools to acquire them. ELR: Do you think there is an awareness and a strong will in the publishing sector for the development of new technologies that will facilitate the transition from print to digital publishing?

    Antonio Tombolini: No, or at least not adequately in the current protagonists of publishing. Yes, on the other hand, and increasingly, among authors, especially the youngest, and readers. ELR: How did you personally experience the transition from print to digital from to the present day?

    Antonio Tombolini: It was and still is a path of progressive discoveries, which will still be long, because we are still at the first steps of an evolution of which we have only seen a small part.

    What I have learned in the meantime is that in these phases of radical changes in the paradigms of an entire sector, the less judicious and the less suitable to identify and cultivate the new are precisely those who in theory would be in the position of greatest advantage, or those who already work in the sector. And the bigger they are, the worse they are. Antonio Tombolini: It is always difficult, and after all not even too useful, to chase the primacy of this or that in the advent of a phenomenon.

    The book has actually been written and produced digitally for many years, for decades, I would say since the advent of the ancestors of computers, at the end of the 70s of the last century, when not yet computers began to circulate, but the electronic writing machines, of which Olivetti was a forerunner: since then the book is written mainly in digital, elaborated, formatted, corrected, etc..

    The turning point in my opinion lies in the advent of the first reading devices with e-ink screen, which we started to sell, first in the world, and not only in Europe, just at the end of it is only with these screens that reading electronically a book becomes an experience finally comparable to the comfort of the reading experience on paper.

    What are the most popular formats and literary genres? How has the market for different formats developed? ELR: On the websites Simplicissimus. Where does the need to create digital platforms arise? What are the advantages over existing online services? Antonio Tombolini: Platforms like ours allow even small publishers and self-publishers to reach with their book all the shelves of all e-book stores in the world, from the largest and most global to the smallest and most local.

    And all with one click, without having to negotiate with a growing number of stores, and without having to manage separately each of them, also from the administrative and accounting point of view, which as you can imagine is particularly complex. On the other hand, we allow the biggest and most global players, such as Amazon, Apple, Google, Kobo, to offer for sale titles we currently distribute almost , titles, and we buy about new titles per week from small publishers and self-publishers that they would never be able to reach and manage.

    ELR: From an aesthetic point of view of the medium, how does the way of conceiving the layout of an e-book enriched with interactive and multimedia effects change compared to a paper book? Antonio Tombolini: This is actually a very delicate field and on which there is much to experiment. We ourselves offer a free online application, StreetLib Write through which you can write your own book or import your existing book in Word format and the like, to automatically get an EPUB, Kindle and PDF format validated and ready for distribution.

    Fabrizio Venerandi is co-founder of the digital publishing house Quintadicopertina in Genoa. In this interview that starts the ELRPUB series dedicated to digital publishing, Venerandi talks to us about the production, the market and the history of digital publishing, offering us some reflections on themes such as reading, aesthetics and archiving digital works in EPUB format. The idea behind this text of electronic literature is that code programming gives rise to new rhetorical tools that flank the traditional ones such as rhyme, hendiadys, similarity, alliteration, etc.

    What interested me most of all was to show how these new rhetorical tools were not just wunderkammers made to amaze the reader, but that they had a very specific expressive purpose. In this case the sylloge collects a series of poems written in a very negative period of my life.

    But that I still had to write to extract them and throw them out of me, because they were intoxicating me. The code was a natural way for me to do something new: I could write these things without having to read them and without having them read in the nakedness of their verse.

    The verses in fact, in the e-book, change, they modify over time, they hide in the hours of light, they move around the screen, they are generated only if solicited, they erase and avoid showing themselves in their entirety.

    The code is functional to my expressive need. The second important thing for me was to produce this e-book as a commercial object. A market publishing product, offered for sale on the major digital distribution channels, with its own ISBN and its own price. I wanted to show how electronic literature is a natural way of reading a text, traceable within a general store, and distributed to as many readers as possible.

    To eliminate the idea that electronic literature means only and exclusively online experimentation, perhaps born and intended for a small circle of academics. Fabrizio Venerandi: It depends on the awareness of who created the text and who is reading it. Ninety-nine percent of e-book texts on the market are not digital books, but digitized books.

    They offer nothing different than the traditional sequential reading of a paper book. Different is the case when the text is thought, programmed, designed to be read in digital format. But even more in EPUB3 where the text can exploit real code. ELR: Do you think there is an awareness and a strong will, in your working environment, for the development of new technologies that will facilitate the transition from print publishing to digital publishing?

    Fabrizio Venerandi: No. There is a handbrake inserted by different subjects, both national and transnational. These are not technical limits, but purely economic and market limits.

    These and other factors are all interlinked and have in fact slowed down what — naively — I thought in would be the natural progress of digital reading. We will see what happens with DPUB. ELR: In addition to writing and publishing e-books you also teach digital publishing.

    Who are the courses addressed to and how are they structured? Fabrizio Venerandi: Our courses are listed on the site E-book Design School They are aimed at anyone dealing with writing and digital publishing: publishers, professionals, writers, teachers. The courses are structured in thematic modules: market, promotion, digital editing. The part of designing and building e-books is carried out in two workshops that start from the basics of marking to arrive at a complete e-book.

    Fabrizio Venerandi: I would move the hour hands back about twenty years. I note a certain reluctance in academic criticism to consider these works as electronic literature because they were at least initially games, they were not editorial works in the strict sense, in the sense that they in no way resemble a book and were in their early years literally very meagre. ELR: For the preservation of digital works there are various strategies such as migration, duplication, emulation or use of metadata.

    Which of these strategies can be or are used for e-books? Closed formats are a risk for the preservation and especially for the continued fruition of their contents. In the moment in which I write the most solid technologies are those of W3C. Yet the format that is mainly used still seems to be the pdf. How did the market for static electronic books in pdf format and the market for electronic books enriched with multimedia and interactive features in EPUB format develop?

    Fabrizio Venerandi: The pdf is not a format that was created to make e-books, but to make transportable a layout aimed at printing. Over the years it has developed, it has absorbed numerous accessibility functions, but I still think that liquid formats, tied by double thread with online reading tools, have greater possibilities of development in the medium to long term. Already today, reading fiction with small screens works considerably better in ePub or KF8 than in pdf.

    With regard to the ePub with interactive features, as I said above, have so far had a marginal development. The customs clearance of the native digital literary product has not yet been there. Fabrizio Venerandi: To date we have always used the reflowable format. There may be projects and tablet-oriented series, in which even the fixed layout could make sense. ELR: What do you think are the most important aesthetic factors for the layout of an e-book? In the most sophisticated texts, we can have content that changes adapting to the choices of the reader, so things that may or may not appear within the page itself.

    Certain elements that we cannot use today, such as footnotes, need to be completely rethought. It is a type of designing that is different from both that of the web page and that of the book, even though it has elements that are common to both. Titolo originale: The Code is not the Text unless it is the Text.

    Bisogna ammettere che i nuovi media sono invecchiati. Ha acquisito una storia o almeno un vero e proprio impegno con il principio della realtà, ora che la rete è accettata come un dato materiale e culturale del mondo sviluppato, ora che i dot.

    Tuttavia, la pratica artistica nei media digitali è ancora spesso animata da entusiasmi giovanili, evasivi e utopici. Altre arti, più tradizionalmente delineate — letteratura, musica, fotografia, belle arti, architettura, grafica, ecc.

    Un modo di affrontare il problema è la fuga. Scrivo come artista letterario, la mia posizione di soggetto sempre provvisoria e tradizionalmente delineata in questo contesto: il poeta. Perché molte delle attuali istanziazioni di codework, insieme ad alcuni degli scritti teorici che sottendono questa pratica, richiedono una critica in questo momento? Qual è la posta in gioco? Ci sarà molto di più da scrivere, in altre occasioni e altri luoghi, che è meno critico e più generativo, proprio a causa della posta in gioco.

    In utopia, perché non sei da nessuna parte ti trovi ovunque allo stesso tempo. Dovremmo forse rimanere scettici non solo per quanto riguarda il non luogo stesso, ma anche i suoi valori.

    Sono davvero valori? In molti codework correnti il linguaggio è presentato come il codice e il codice è presentato come linguaggio. La mutua trasparenza e traducibilità del codice e del linguaggio diventano un valore utopico, e quando viene rifuso come il postmoderno banale virtuale-viscerale postmoderno — come la mutua contaminazione del linguaggio tramite il codice e del codice tramite il linguaggio — diventa un valore utopico sovversivo cioè potenzialmente progressivo.

    Fondamentalmente, la mia argomentazione in quanto segue è che in molti codici esistenti, questo è quanto possiamo ottenere. Allora, cosa resta al di fuori di questa utopia? Un apprezzamento specializzato per il codice non esclude in alcun modo la contaminazione reciproca del codice e del linguaggio naturale nei testi che leggiamo sullo schermo, ma riconosce semplicemente che — al loro posto, dove funzionano — il codice e il linguaggio richiedono strategie di lettura distinte.

    Per concludere queste osservazioni introduttive, ecco un elenco suggestivo e non esaustivo di cose che credo siano in gioco, un elenco di approcci al lavoro che rischiano di essere ignorati o declassati se continuiamo a concentrarci sul codework come trasparenza del linguaggio del codice:.

    Una domanda che comincio ad affrontare è la materialità del linguaggio e come questo possa evolvere nella scrittura per i media programmabili. Interrogo la posizione di N. Quando si arriva a leggere il codice come testo, nella maggior parte dei casi viene presentato come, nel migliore dei casi, una catena di significanti galleggianti risolti, con gli elementi di codice che forniscono semplicemente uno strato di complessità associativa o di slittamento.

    La questione della materialità del significante, in particolare, è una questione grande, che credo Hayles stia riproponendo e che spero di riprendere in un seguito a quello che finalmente, ora segue. Alcuni termini di questo saggio possono richiedere spiegazioni. Gregory L. Roger F. Qual è la sua struttura? Nella sofisticata versione di N. An earlier version of this essay is also published as: N. Timothy Druckrey New York: Aperture, Sia la materialità che il contenuto rappresentato della pratica e della produzione culturale sono stati influenzati.

    La caratterizzazione della Hayles di un significante mediato moltiplicato che sfarfalla di livello in livello in strutture codificate a catena è, come affermazione metacritica, altamente suggestiva e utile.

    Tuttavia, quando si tratta di pratica artistica e la critica di questa pratica, in che modo tale intuizione viene rappresentata? Nemmeno la prospettiva narrativa autore onnisciente in terza persona è spostato o sperimentalmente inflitto in uno qualsiasi dei classici cyberpunk di Gibson.

    La scrittura è nitida e inventiva ma interamente soggetta a parafrasi. Ci sono altre significative ironie qui, perché Hayles inizia il suo saggio parlando di dattilografia. Torneremo alla pratica, ma prima vorrei esaminare il significato tremolante della Hayles nella misura in cui si relaziona con la nozione di codice-come-testo. Hanno sia significato che conseguenza. Sia Cramer che Hayles riconoscono una gerarchia multilivello di codici senza elaborarli o distinguerli nel corso delle loro discussioni.

    Manovich, The Language of New Media Cramer, Digital Code and Literary Text. Dobbiamo fermarci a riflettere su cosa significhi questo potere. Gli scrittori, naturalmente, diventano anche più sofisticati nella loro comprensione dei sistemi programmatologici. Jerome Rothenberg and Pierre Joris, eds. Gli scrittori e gli artisti dei nuovi media hanno necessariamente relazioni politiche ed estetiche più ambigue con le strutture di controllo dei media che veicolano le loro opere.

    Perloff invoca formazioni e opere di singoli individui, a cui si riferiscono anche i critici della scrittura su supporti di rete e programmabili. Tale discussione esula dallo scopo di questo saggio. Fluxus fornisce anche un legame storico e critico con le tradizioni della poetica visiva e concreta, che sono discusse nel racconto di Perloff, in particolare nelle opere di Steve McCaffery e Johanna Drucker. Come tale, sembra esistere altrove, non sulla pagina ma attraverso la finestra dello schermo nel regno informatico.

    Indubbiamente, ci sono distinzioni chiare e storiche dei mezzi di trasmissione del testo. Questo potenziale di produzione testuale e linguistica non è necessariamente sfruttato semplicemente perché vengono impiegati i nuovi mezzi di distribuzione.

    Richard Miller Oxford: Blackwell Publishers, Il saggio di Barthes, dopo tutto, non era una richiesta di nuovi media ma un ri richiamo a modi nuovi o latenti di leggere e scrivere.

    Lasciando Jodi da un lato per il momento, sono tutti artisti che lavorano sia con il codice che con oggetti programmatici codificati. Il risultato è un linguaggio che — a seconda della vostra prospettiva — sembra animato o contaminato dal codice. Per il momento, tuttavia, ci occupiamo maggiormente di alcune caratteristiche formali e materiali della lingua risultante.

    Il linguaggio certamente rivela il codice e gli elementi di codice, ma che codice rivela? Che cosa dice a un lettore di codice-naïve delle caratteristiche e della potenza del codice?

    È davvero ancora in codice? A che livello si colloca nelle gerarchie concatenate di significati tremolanti? La scomposizione delle sue operazioni elimina un aspetto del suo valore estetico e fascino proposto, la sua efficacia performativa nativa che Cramer ha identificato come un ultimo usa e getta throwaway senza realmente dimostrare o elaborare : il potere del codice per cambiare il comportamento di un sistema.

    Questo è citato dalla versione del documento pubblicato in formato PDF prima della conferenza. Si prega di notare: Hayles potrebbe anche averlo rivisto da allora. Ex][E][Ts [citato febbraio ].

    Il punto è che, nel caso di un pidgin, gli elementi che si combinano per generare un nuovo linguaggio sono proporzionati — il materiale linguistico non è semplicemente iniettato da un sotto-sistema simbolico gerarchicamente e funzionalmente distinto o programmatologicamente-operativo che è incluso in un sistema di uso del linguaggio umano che porta cultura in un altro.

    La creazione di un pidgin è, inoltre, il risultato di interazioni da parte di entità commisurate, cioè gli esseri umani. I codeworks attualmente a nostra disposizione estendono, infettano e migliorano il linguaggio naturale, ma non creano, ad esempio, pidgin anglo-codice.

    Si veda ad esempio la discussione in Charles F. Il codice ha cessato di funzionare come codice. Il testo risultante finge un indirizzo ambiguo: contemporaneamente al lettore umano e al processore meccanico, ma sia umano che meccanico devono leggere il codice come parte del discorso umano.

    Non tenteremmo di compilare il codice nei testi di interfaccia di Memmott, Mez o Sondheim. I riferimenti Internet associati a questa citazione porteranno al più ampio progetto di Sondheim. Più recentemente nel libro che raccoglie molti di questi documenti e saggi. Credo che in questo egli si conceda delle ironie significative.

    Come potrebbe essere più semplice? Perché non pensiamo tutti in UNIX? Glazier, Digital Poetics Questa è una prosa discorsiva di un genere, ma è infetta o contaminata sia dal codice che dalla poesia.

    Glazier non pensa in UNIX, né vorrebbe mai farlo. Questo lavoro relativamente recente illustra i miei punti specifici, ma dimostra anche che Glazier ha esplorato la dimensione propriamente programmatologica della scrittura su media in rete e programmabili con, ad esempio, testi cinetici e algoritmici.

    Jodi è il progetto molto noto e di lunga data di net. Jodi Jodi, [citato febbraio ]. È difficile dare una regola ferrea in termini di critiche più o meno convenzionali su un sito che non è quasi mai lo stesso nelle visite successive. La pratica di comporre simboli ASCII, solitamente visualizzati come font monospaziati per regolarità, al fine di generare immagini. Qui il codice vero e proprio è un testo, un testo artistico. Il codice lavora, ma non tutto il codice è codice di lavoro.

    Anche in questo caso rappresenta solo una pretesa ambiguità di indirizzo: le sue strutture primarie di significato non erano mai state concepite per una macchina o un processo meccanico. I termini variabili di questo codice sono stati sostituiti in modo casuale e sistematico con parole sostanziali dal testo su cui si svolge la procedura — qualsiasi nome o aggettivo è stato permesso di sostituire un nome di variabile contenente un valore; qualsiasi verbo ha sostituito un nome di procedura o di funzione.

    Il codice è codice di lavoro. Questo testo ha un indirizzo veramente ambiguo: a un interprete HyperTalk e ai lettori umani. Potrebbe e lo fa, in alcune versioni del software alterare il comportamento di un sistema, quando incluso come una routine in un generatore di testo. La sua risposta alle preoccupazioni umane è chiaramente ludica e, forse, finge più di quanto non offra in termini di significato e influenza, ma almeno possiamo dire, con poche riserve, che questo codice è il testo.

    Ma dove sta andando un tale codice, in termini, ad esempio, delle sue caratteristiche formali e retoriche, in termini della sua specifica materialità? Come un testo — lo chiamiamo provvisoriamente un testo poetico nel senso di un testo che implica qualche prova di lingua — indirizzato a lettori umani, ha dei limiti ben precisi, dei vincoli che non permettono o compromettono il suo impegno con preoccupazioni o fonti di valore culturale più ampie e tradizionali.

    Tuttavia, secondo me, suggerisce strategie retoriche nuove o recentemente evidenziate che sono specifiche per la materialità del linguaggio nei media in rete e programmabili. Il primo di questi campi retorici rappresenta un problema antico e persistente: quello della logica contro la retorica, anche se rifuso in casi specifici proliferanti di logica-come-letteratura nei nuovi media.

    Kenner esamina la scrittura di Beckett in termini di procedura logica rigorosa ed esaustiva in un saggio che include parafrasi codificate nel linguaggio di programmazione Pascal. Allo stesso modo della scrittura nei media in rete e programmabili, il linguaggio e la letteratura mutano nel tempo e come arte basata sul tempo, secondo programmi di testi codificati che sono incorporati e nascosti nelle loro strutture di significati tremolanti.

    Affinché il codice funzioni come generatore, come programmatore, come manipolatore del testo, deve essere tipicamente una parte distinta del sistema testuale globale; deve essere possibile ricompilare i codici come procedure operative, come aspetti della pratica testuale live-art.

    Il codice non è il testo. E ora, indulgi nella tua estetica del loop e riprendi il semplice, sempre implicito link ai paragrafi che hanno introdotto questa critica. Leggili come se fossero un caso di conclusione provvisoria. Aarseth, Espen. Cybertext: Perspectives on Ergodic Literature. Bernstein, Charles. Bootz, Philippe. Cambridge: MIT Press, forthcoming EJournal , [cited February ].

    Electronic Book Review , [cited February ]. Cunningham, Michael. Glazier, Loss Pequeño. Tuscaloosa: University of Alabama Press, Electronic Poetry Center , [cited February ]. Hayles, N. Chicago: University of Chicago Press, New York: Aperture, Jodi, [cited February ]. Kittler, Friedrich. Manovich, Lev. The Language of New Media. Edited by Roger F. Malina, Leonardo. Cambridge: MIT Press, Ex][E][Ts [Website]. Perloff, Marjorie.

    Come ruotare i video gratuitamente su qualsiasi piattaforma

    Rothenberg, Jerome, and Pierre Joris, eds. Berkeley: University of California Press, Ulmer, Gregory L. Baltimore: John Hopkins University Press, William Gibson [Web site]. Guardian Unlimited, [cited February ]. Available from. Titolo originale: Reveal Codes: Hypertext and Performance. Voglio che i dati si esprimano nel modo più bello possibile. Che la linea tra i due sia fissa, fluida o cancellata, i due lati condividono la stessa inclinazione verso standard pratici e funzionali. Quindi, la questione della differenza della testualità digitale ha teso a produrre una litania standard di risposte, sia in modalità di elegia che di encomio:.

    Quindi, come è cambiata esattamente la forma materiale della traccia e come si è destabilizzata nel passaggio dalla stampa al digitale? Una grande promessa utopica di molte critiche ipertestuali è che il lettore ha il compito di ordinare sullo schermo le informazioni di fronte a sé in un modo quantitativamente e qualitativamente distinto dalla pagina e in un modo che costituisce la paternità a pieno titolo.

    Tale promessa è degna di ulteriore esame non solo sulla base della sua insostenibilità, che Aarseth ha esposto nella sua tipologia di cibertesto notando che leggere e scrivere, usare e sviluppare, sono attività spazialmente, temporalmente, fisicamente, fisicamente ed epistemologicamente distinte. Ma la questione di una differenza teorica, di una differenza di tipo e non di grado, è ancora senza risposta.

    La testualità digitale, o quello che chiamo ipertesto, funziona in parte creando sé stessa come oggetto testuale discreto, riferendosi a sé stessa come sé stessa.

    Katherine Hayles, a seguito di un manoscritto MS inedito di J. Yellowlees Douglas, osserva allo stesso modo le proprietà retoriche e formali distintive degli ipertesti, una categoria che delinea in modo da includere i media della stampa e del computer.

    Il mio argomento qui è che le diverse modalità di esecuzione testuale devono necessariamente portare alla classificazione dei precursori della tipografia come precisamente questo: precursori e non ipertesto di per sé. La testualità digitale è in grado di raggiungere una fluidità spaziale e temporale precisamente perché è in grado di attivare e manipolare le risorse e la complessità intrappolate nel linguaggio stesso.

    Legare la scrittura ipertestuale al gioco della performance significa anche alludere al meccanismo del calcolo ad alte prestazioni, il collegamento di computer e reti di computer per svolgere compiti complessi.

    Si tratta anche di parlare di questa scrittura come di una mappa che produce il suo oggetto piuttosto che di una mappa che replica strutture pre-tracciate. La differenza in quanto tale tra ipertesto e testo, quindi, non è ontologicamente distinguibile e localizzabile solo in effetti.

    I testi prodotti dai manuali di codifica HTML — compresi quelli prodotti in altre piattaforme digitali e con altri manuali e linguaggi di codice — non sono collegati né metafisicamente né ontologicamente, ma attraverso codici di pratica incorporati, codici che ascrivono tra loro una certa relazione in base alle loro prestazioni. Né è quantificabile, il che dà una forza ancora maggiore alla mia localizzazione di essi come componenti sistemici non-localizzabili.

    Per il digitale, invece, una superficie complessa è prodotta da modelli semplici sottostanti. I significanti tremolanti segnalano un importante cambiamento nella tettonica a placche del linguaggio…. Poiché non è possibile localizzare il momento che riunisce le unità del computer per produrre qualcosa di nuovo, lo spostamento quantico che cambia la struttura e il sistema, la complessità è essa stessa non localizzabile.

    Eliminare la sua performance significa togliere la sua differenza; è come se i computer fossero ritornati alle loro unità discrete. Come per le installazioni video multischermo di Nam June Paik, Johns si muove nel regno del non totalizzabile: non è disponibile né una posizione stabile dello spettatore né un significato fisso. Ma quali parole, frasi, eventi, o combinazioni di parole, frasi ed eventi sono necessari perché una storia emerga o perché il sistema cambi?

    Questi programmi di storia macchinica, incorniciati anche come partecipativi, collaborativi e interattivi, funzionano per addizione e accrescimento. Una tale comprensione del linguaggio quasi liberata dal soggetto ha trovato grande favore da parte della critica ipertestuale. Testi generati ed elaborati dal computer, per Cayley, consentono un innovativo e addirittura sovversivo allontanamento dal modello standard di composizione ipertestuale del nodo-link — una fuga nella potenzialità.

    Non si tratta di significazione, ma di mappatura: non di ordinare, tracciare e fissare, ma di trasmissione, relè e movimento. Non è accidentale o casuale che uno dei concetti operativi qui presenti — il connessionismo — sia esso stesso connesso, come ha dimostrato Paul Cilliers, ad un concetto saussuriano di linguaggio, perché il connessionismo come paradigma di sistemi complessi, come il linguaggio per Saussure, funziona in modo relazionale, dalla posizione dei nodi in relazione ad altri nodi, o dei segni in relazione ad altri segni.

    In ogni caso un testo rimane un testo impercettibile. Il modo è stato un modo importante per molte opere di narrativa e di critica ipertestuale a causa della sua enfasi sulla percezione visiva, il lavoro, la costruzione del lettore e la produzione del testo. Leggere e vedere è tentare di imporre una certa performance al sistema; significa impegnarsi con il sistema in modo che funzioni e produca un risultato coerente e leggibile. Il cambiamento percettivo per Kac, tuttavia, è quello che si ottiene attraverso il tempo piuttosto che attraverso la dimensione.

    La profondità in questo caso è un trucco della percezione. Lasciano dietro di sé le tracce della loro presenza, della loro performance, registrate nei tracker storici caratteristica formale anche di Eastgate ed emblematizzate dal bagliore post-effetto dei pixel in dissolvenza. In un felice link, il significato è costruito in modo che il link successivo possa essere presentato o seguito, ma i link possono essere codificati sia per aprirsi che per simulare la fine del gioco di significazione.

    La risposta è che è analogo solo fino ad un certo punto, in quanto la pagina è stata storicamente il paradigma organizzativo del codice. Ma la sua caratteristica strutturale e tematica più convincente ed emblematica è rappresentata dai suoi link: Malloy utilizza immagini di tubi catodici che si riferiscono letteralmente al testo visualizzato sullo schermo.

    Terry Harpold commenta il tema dei percorsi di navigazione nelle sue estese discussioni sui link e le conclusioni. Fare qualcosa con il link ipertestuale sostituisce la chiusura narrativa allo spazio dilatorio del divario tra i fili. Disconosce la svolta narrativa, e feticizza il link. Leggere il link come una struttura puramente direzionale o associativa è, io direi, mancare — disconoscere — le divisioni tra i fili in un ipertesto.

    Il collegamento con i link, quindi, è complesso e allo stesso tempo una performance di complessità. Non esiste quindi un significato intrinseco, originale, finale, totalizzante dietro il loro ordine — il che significa che il significato viene solo una volta che sono assemblati. Il significato, infatti, è un riverbero degli effetti del collegamento. Gli schemi e il sistema diventano non solo complicati, ma complessi — quello in cui non solo ci si perde, ma anche vertiginosamente perde la percezione stabile e totalizzante.

    La condizione del collegamento è tale che non è occasionalmente rotto — è sempre rotto e nonostante le connessioni di rete ad alta velocità e quasi anti-presenza. I collegamenti, in altre parole, non sono stabili, sistemi fissi che possono emergere interamente da sé stessi. Non è mai pieno o finito. È infatti incompleto. In un sistema di questo tipo, la sistematizzazione stessa è impossibile. Karen Steigman mi ha aiutato a trovare materiale prezioso, online e in stampa.

    Ma in che cosa sono diverse dal discorso e dalla scrittura ordinaria? È ovunque e da nessuna parte, sempre e mai. In questo senso, la possibilità di leggere gli schermi di un computer è immaginata sia come non correlata e contraria al saper leggere una poesia o un romanzo. Riunire le condizioni tecniche della paternità con la questione teorica della paternità anche se Espen Aarseth avrebbe problemi con questo legame si presta a un ripensamento della figura del lettore e implica anche un rapporto dicotomico o addirittura sostitutivo tra lettore e autore.

    Montfort dà la priorità alla potenza di calcolo delle macchine di cibertesto, che egli distingue in base alla loro capacità di calcolo. Sulla complessità, si veda Paul Cilliers; Brian H. Il prossimo libro di Mark C. Sulla teoria dei sistemi, si veda What is Systems Theory? Abrams, Per una raccolta delle loro opere in lingua inglese, si veda Warren Motte, ed. Su Calvino e il combinatorio, si veda Jerry A.

    Nel progetto più ampio, mi occupo più a lungo del tema del computer e della poesia generata al computer. Non è stato solo il surrealismo, ma anche il fluxismo a mantenere un interesse per la scrittura automatica.

    La pittura di Jackson Pollock sarebbe un altro esempio dello scriptor a lavoro. Alan Sheridan New York: W. Norton, In un certo senso si tratta di una distinzione tra moderno vs. Sono grata a Richard Helgerson per aver posto una variante della domanda che ha prodotto questa linea di argomentazione: importa che il Jasper Johns sia un testo moderno non destinato allo schermo?

    Piuttosto, il concetto di an-anamorfico è nato in una conversazione con Russell Samolsky; da questo momento di collaborazione, è nato il concetto e Jasper Johns come esempio illustrativo. La planimetria si occupa della misurazione delle superfici, quindi la complessità della visione qui ha a che fare con il volume. Il postmoderno anamorfico o an-anamorfico, tuttavia, ci ricolloca nel registro o spazio del planimetrico. Per una discussione sul collegamento in un ambiente ipertestuale, si veda George P.

    Landow, Hypertext 2. Infine, è importante notare che Storyspace, Flash, piattaforme di authoring correlate, e lo stesso HTML limitano in qualche misura il comportamento del sistema ipertestuale, ma questo non significa che il sistema sia deterministico, con un comportamento standardizzato e prevedibile, o incapace di comportamento autonomo.

    Si veda la descrizione del software Storyspace nelle FAQ di alt-hypertext. Si veda anche Steven J. Baltimore: Johns Hopkins UP, Barthes, Roland. Stephen Heath. New York: Hill and Wang, Boisvert, Anne-Marie. Bolter, Jay David. New York: Lawrence Erlbaum, Deleuze, Gilles, and Felix Guattari. A Thousand Plateaus.

    Brian Massumi. Minneapolis: Minnesota UP, Derrida, Jacques. Barbara Johnson. Chicago: U of Chicago P, Douglas, Jane Yellowlees. Eastgate Systems. Druckrey, Timothy, ed. Electronic Culture: Technology and Visual Representation. Fauth, Jurgen. Gaggi, Silvio. Philadelphia: U of Pennsylvania P, Galloway, Alex. Gleick, James. Chaos: Making a New Science. New York: Penguin Books, Gödel, Kurt. New York: Dover Publications, Harpold, Terry.

    Paul Delaney and George Landow. Hartman, Charles O. Virtual Muse: Experiments in Computer Poetry. Marie-Laure Ryan. Unpublished MS 27 pp. Jackson, Shelley. Jackson, Timothy Allen. David Trend. Oxford: Blackwell, James, Henry. Frank Kermode. New York: Penguin, Johnson, Steven.

    San Francisco: Harper, Joyce, Michael. Kellert, Stephen H. Koskimaa, Raine. Levinson, Paul. New York: Routledge, Luesebrink, Marjorie. Lunenfeld, Peter, ed. Lyotard, Jean-François. McKergow, Mark. Merrell, Floyd. Ann Arbor: U of Michigan P, Miall, David.

    Montfort, Nick. Moulthrop, Stuart. WWW version Murray, Janet. New York: The Free Press, Nelson, Theodor Holm. Computer Lib. Tempus Books of Microsoft Press, Revised and updated with Dream Machines on the flip side, Noland, Carrie. Princeton: Princeton UP, Poster, Mark. Bloomington: Indiana UP, Samolsky, Russell. Tenhaaf, Nell.

    Ulmer, Greg. Vallias, André. Wardrip-Fruin, Noah. Wortzel, Adrianne.